Eutanasia e altre cose buffe

Iride Articoli Leave a Comment

“Ragazza di 17 anni ottiene l’eutanasia.” Boom! Scalpore diffuso. La notizia fa breccia nel marasma mediatico. I telegiornali e le testate giornalistiche diffondono a macchia d’olio la presunta notizia. Si grida allo scandalo. I salotti d’opinione si riempiono di saccenti; moralisti e ben pensanti, come sciacalli, si fiondano sulla carcassa. Sguazzano nella loro ipocrita merda, la solita-fottutissima-quotidiana merda. Nell’arco di …

Immagine, realtà e realtà dell’immagine

Iride Articoli Leave a Comment

Arzignano, domenica 21 aprile, 18:00 Decido di uscire a bere qualcosa. Contatto i nomi sulla mia rubrica. Considerato il giorno di Pasqua, più di di qualcuno ha preferito organizzarsi diversamente; chissà chi mi risponde. C’è chi è via con la ragazza, chi è partito per un droga party a Londra e chi segue la liturgia di Jesolo. Per chi non …

Allegro, ma non troppo

Iride Articoli Leave a Comment

Alla Stagion del Fior Chiampo, domenica 3 marzo, 22:23   «Ti è piaciuto il concerto?» La guardo attraverso, la vedo sparire. Rimango solo. No. Il rumore bianco. No. Ho i brividi alla schiena. Sento freddo, o forse è il caldo. C’è confusione, o sono confuso. «Stai bene, Alessandro?» – Renyer allunga la mano, io la scanso. Sembra dispiacersene. «Sì … …

Stamattina, alla piscina di Arzignano

Iride Articoli Leave a Comment

Arzignano, sabato 16 febbraio, 10:45 Sono nello spogliatoio per farmi una doccia. Qualcuno nell’altro corridoio intona un guizzo melodico, vagamente lirico – restituisce tempo e forma agli schiamazzi diffusi dei bambini che ridono, piangono, litigano nell’aggrovigliarsi di voci, ciabatte che schiaffano il pavimento e getti d’acqua. Anche io come loro sono reduce dalla lezione di nuoto; sì, sto imparando a …

Incipit

Iride Articoli Leave a Comment

Atto II del testamento digitale, detto blog, di Alessandro Iride Parlato. Sento il bisogno di cambiare aria, solcando lo spirito del tempo. Inizio eliminando il superfluo; togli questo, togli quest’altro, no questo non va bene, mi dico. Ed in fine cosa rimane in 4 anni di scrittura? Giusto un’immagine. L’essenziale.